MERCOLEDI’ 11 FEBBRAIO SCIOPERO E PRESIDIO A TEMPO INDETERMINATO DEI LAVORATORI DEI VIVAI ROTA DI BERGAMO

Bergamo -

Gli stipendi vengono pagati sistematicamente in ritardo, spesso sono solo piccoli acconti e quelli arretrati non vengono saldati. E il piano di rientro siglato da USB e azienda non viene rispettato. E’ già saltata la prima scadenza. Ecco la situazione dei lavoratori dei Vivai Rota di Bergamo. Due aziende, Vivai Rota e Vivai Rota srl, che condividono spazi e manodopera ma che fanno capo allo stesso padrone. Per questa ragione USB lavoro privato di Bergamo, assieme ai lavoratori, ha prima proclamato lo stato d’agitazione e ora ha indetto per mercoledì 11 uno sciopero lungo tutta la giornata con presidio. Sciopero che sarà protratto fino a che l’azienda non darà ai suoi dipendenti quello che spetta loro.Tutto questo nonostante l'ormai classico atteggiamento ricattatorio della Cgil, unico sindacato presente in azienda fino all'intervento di USB, che ha sconsigliato i lavoratori di intraprendere qualsiasi azione rivendicativa perché altrimenti l'azienda rischierebbe il fallimento. E questo sarebbe un sindacato?